Il 29 novembre l’ONU celebra la Giornata Mondiale di Solidarietà con il Popolo Palestinese, data scelta per il significato che essa ha per il popolo palestinese. Quel giorno, nel 1947, l’Assemblea Generale adottò la risoluzione 181, che divenne nota come la Risoluzione sulla Partizione, che stabiliva la creazione in Palestina di uno “Stato ebraico” e uno “Stato arabo”, con Gerusalemme come corpus separatum sottoposta a un regime internazionale speciale. Dei due Stati previsti dalla risoluzione, solo uno,Israele, ha visto la luce. Il popolo palestinese vive principalmente nel territorio palestinese occupato da Israele dal 1948.

Proprio per ricordare questa data l'Associazione di Amicizia Italo-Palestinese ONLUS organizza, Mercoledì 29 novembre alle 21:00, presso il Teatro del Cestello, lo spettacolo di teatro reportage "Vagando di erba in erba, racconti dalla Palestina" con Patrizia Cecconi e Cristina Manzone.

Il racconto a due voci, con supporto di immagini originali del viaggio, è tratto dal libro "Vagando di erba in erba. Racconto di una vacanza in Palestina" edito da Città del Sole, 2014. 

La performance teatrale, ideata da Patrizia Cecconi, autrice del libro e conoscitrice da molti anni della realtà raccontata, è recitata dall'autrice in coppia con l'attrice di teatro Cristina Manzone. 

Lo spettacolo è già stato presentato in teatri e centri culturali in molte città d'Italia, dal Candiani di Venezia al festival della cultura di Ravenna, al teatro Rossi di Pisa, all'Ateneo Valdese di Roma, al Giardino della Minerva di Salerno, al San Salvario di Torino, alla fiera del Libro di Roma, etc. ed ha sempre raggiunto l'obiettivo di condurre lo spettatore in una sorta di viaggio virtuale di 30 giorni attraverso la Palestina autentica, come fosse un corpo vivente cui la sofferenza e il sopruso non hanno potuto togliere né la bellezza, né tantomeno il piacere di ridere e la volontà di vivere.