Associazione di Amicizia Italo Palestinese e Utopiko presentano:

"✯ Utopiko x Palestina ✯ Cucina☮Esperienze☮Cinema."

https://www.facebook.com/events/459189927900596/


☮ Piatto del giorno palestinese e serata a sostegno umano, economico e sociale verso il popolo Palestinese.
☮ Incontro con Sharif Hamad e racconto in prima persona.
☮ Proiezione “Five Broken Cameras” (Cinque Fotocamere distrutte), un film documentario di Emad Burnat e dal co-regista israeliano Guy Davidi.

~ ~ ✪ ~ ~

L'ultima domenica della stagione 2018 non sarà soltanto #CineUtopiko , ma sarà anche #UtopikoXPalestina, un'intera serata per conoscere i sapori della cucina palestinese e anche per addentrarci nella situazione attuale di una delle cause d'ingiustizia internazionale più significative e tragiche del nostro tempo: L'occupazione della #Palestina da parte dello Stato di #Israele e le loro politiche segrezioniste sempre più crudeli.
Cucina, testimonianza diretta e l’arte cinematografica ci faranno conoscere più da vicino la cultura palestinese e la situazione drammatica che si vive da quasi tre quarti di secolo nella Palestina occupata, saccheggiata ed isolata.

~ ~ ✪ ~ ~

⫸⫸ Ore 21:00
A raccontarci la sua esperienza in prima persona ci sarà Sharif Hamad, uno studente erasmus di dottorato proveniente da #Gaza.
Con questa eccezionale testimonianza diretta, si avrà l'opportunità di ricostruire un'immagine diversa della Striscia di #Gaza, rispetto a quella che viene di solito diffusa attraverso i media, soprattutto in questi giorni di manifestazioni della popolazione Gazawi con la "Grande Marcia del Ritorno”. ( Per saperne di più: https://www.dinamopress.it/news/motivi-della-grande-marcia-del-ritorno/ )


⫸⫸ Ore 21.45
“Five Broken Cameras” ( Cinque Fotocamere distrutte ), (2011) di Emad Burnat e Guy Davidi.

<<Una straordinaria opera di attivismo sia cinematografico che politico, 5 Broken Cameras è un resoconto profondamente personale e di prima mano della resistenza non violenta messa in atto a Bil’in, un villaggio della Cisgiordania minacciato dallo sconfinamento degli insediamenti israeliani. Girato quasi interamente dall’agricoltore palestinese Emad Burnat, che ha acquistato la sua prima videocamera nel 2005 per registrare la nascita del suo figlio più giovane, il film è stato montato da Burnat e dal co-regista israeliano Guy Davidi. (…) >>
[ http://www.amiciziaitalo-palestinese.org/index.php?option=com_content&view=article&id=4300&catid=77&Itemid=68 ]


// Lingua: Originale ( arabo, ebraico ) con sottotitoli ita.
// Paese di produzione: Palestina, Israele, Francia.
// Anno: 2011
// Durata: 90 min
// Genere: documentario
// Regia: Emad Burnat, Guy Davidi
// Sceneggiatura: Emad Burnat
// Produttori: Christine Camdessus, Serge Gordey, Emad Burnat, Guy Davidi
// Casa di produzione: Allegria Productions
// Montaggio: Véronique Lagoarde–Ségot, Guy Davidi
// Musiche: Le Trio Joubran

~ ~ ✪ ~ ~

⫸ $$$ Parte del ricavato di tutta la serata sarà a sostegno dell'Associazione di Amicizia Italo Palestinese che a sua volta sostiene, attraverso raccolta
fondi, gli ospedali di Gaza. E non solo, l’associazione è un lacio di fratellanza tra il popolo italiano e quello palestinese, ed è responsabile di importantissime missioni di solidarietà come: ATTIVITÀ DI SUPPORTO SOCIO – SANITARIO, ATTIVITÀ DI SUPPORTO SCOLASTICO e ATTIVITÀ CULTURALI.

Sarà anche un'occasione per avere informazioni sulla raccolta fondi per gli ospedali di Gaza. E noi tutti possiamo aiutare.
Più info:
https://www.facebook.com/events/450539975436151/

-. Che la dignità e i diritti fondamentali non diventino un’utopia .-


~ ~ ~ ~ ✪ ~ ~ ~ ~

♪ Il parco apre alle 18:30
♪ Aperitivo dalle 19:00

⫸ Parcheggio ObiHall GRATUITO ( Ingresso accanto al teatro )
◆ Bistrot Mediterraneo.
⫸ Cucina aperta fino a mezzanotte.

fShare
0