Le forze israeliane invadono la moschea di Al-Aqsa

http://reteitalianaism.it/public_html/index.php/2014/02/08/le-forze-israeliane-invadono-la-moschea-di-al-aqsa/#more-4223

Le forze israeliane invadono la moschea di Al-Aqsa

7 Febbraio 2014 / Fonte: Ma’an News Agency, Al Jazeera English

Almeno 18 palestinesi sono rimasti feriti durante degli scontri scoppiati
dopo le preghiere nei pressi della Moschea di Al-Aqsa venerdì 7 febbraio a
Gerusalemme.

Un reporter dell’agenzia Ma’an ha riportato che dozzine di soldati
israeliani hanno fatto irruzione nel complesso della Moschea di Al-Aqsa
sparando gas lacrimogeni e proiettili d’acciaio ricoperti di gomma contro
i fedeli.

Il direttore della clinica di Al-Aqsa, Adnan Khanafseh, ha raccontato a
Ma’an che le 18 persone sono state curate nella clinica del complesso
della moschea per fratture e  ferite provocate da schegge di granate
assordanti e proiettili d’acciaio ricoperti di gomma

 

Un portavoce della polizia israeliana ha affermato che gli scontri
sarebbero scoppiati dopo che decine di “arabi-israeliani” hanno lanciato
delle pietre contro degli agenti della polizia di frontiera israeliana
posizionati nei pressi della Moroccan Gate.

Secondo il portavoce della polizia israeliana Mickey Rosenfeld “la polizia
ha risposto alla sommossa entrando nel Monte del Tempio e usando granate
assordanti per disperdere i rivoltosi.”

Rosenfeld ha aggiunto che sono state arrestate sette persone per
partecipazione agli scontri, ma che non poteva confermare nessun ferito.

L’imam della moschea, Mohamed Hussian, ha condannato questo atto di
violenza contro uno dei luoghi più sacri dell’Islam.

Hussian ha affermato che l’attacco costituisce “una chiara violazione
condannata da tutte le religioni e dalle leggi internazionali.”
“E’ una violazione contro la moschea di Al-Aqsa e le autorità israeliane
ne sono responsabili, perché hanno ordinato ai propri soldati di fare
irruzione con violenza nella moschea, sono responsabili di tutto quello
che sta succedendo nella moschea di Al-Aqsa.”

Secondo dei testimoni gli arresti sono stati compiuti dall’intelligence
israeliana mentre i giovani palestinesi stavano lasciando l’area della
moschea. L’unico arrestato identificato si chiama Fouad al-Qid.

Nel frattempo, anche nel quartiere di Bab Hutta sono scoppiati degli scontri.

Le forze israeliane hanno bloccato un cancello usato per accedere alla
moschea di al-Qabli e hanno usato spray al peperoncino contro dei giovani
palestinesi.

A causa della situazione molto sensibile del complesso di Al-Aqsa, Israele
è giunto ad un compromesso con l’Islamic Trust e dovrebbe impedire ai
fedeli non musulmani l’accesso all’area. Ma le forze israeliane
regolarmente scortano dei visitatori ebrei sul luogo, creando tensioni tra
i fedeli musulmani.

Nel complesso, che si trova appena sopra la piazza del Muro del Pianto, si
trovano sia la Cupola della Roccia che la Moschea di Al-Aqsa ed esso
rappresenta il terzo luogo sacro dell’Islam.

Questo pezzo di terra rappresenta anche uno dei luoghi più sacri del
Giudaismo perchè è il luogo dove sorgevano il Primo ed il Secondo Tempio.
Il Secondo Tempio era stato distrutto dai romani nel 70 dopo Cristo.

Fonti:
http:// http://www.aljazeera.com/news/middleeast/2014/02/israeli-forces-raid-al-aqsa-mosque-201427164534755189.html

http:// http://www.maannews.net/eng/ViewDetails.aspx?ID=671549