Giochi di guerra sul Golan e Libano

https://www.jungewelt.de/artikel/383171.libanon-und-israel-s%C3%A4belrasseln-am-golan.html

Karin Leukefeld, Junge welt, 29.7.2020

"Pesanti scaramucce" hanno riferito le agenzie di stampa occidentali dpa e AFP lunedì scorso dalle fattorie di Shebaa occupate da Israele. Bandiere di fumo erano appese sulla regione, Israele aveva usato l'artiglieria e sparato sul Libano. La missione di pace dell'ONU UNIFIL, che è di stanza nel sud del Libano, ha invitato entrambe le parti a "massima moderazione".

L'area di circa 30 chilometri quadrati si trova sulla "Linea blu", una linea di armistizio riconosciuta dall'ONU tra il Libano e le alture del Golan occupate da Israele. Questa viene controllata da UNIFIL. Il Libano non riconosce la presenza di Israele a sud della linea del cessate il fuoco.

Carri armati israeliano al confine con il Libano

Un portavoce militare israeliano ha dichiarato lunedì sera che "l'ingresso dei terroristi" dal Libano è stato impedito. Un comando di Hezbollah, un gruppo di tre o cinque uomini armati, avrebbe attraversato la Linea Blu a nord delle alture del Golan, ha detto l'esercito. I soldati israeliani avrebbero aperto il fuoco e sparato con l'artiglieria oltre confine per difendersi. Nessun soldato israeliano sarebbe ferito e i "terroristi" si sarebbero ritirati in Libano. L'esercito ha disdetto il coprifuoco per i residenti lungo la linea di sera.

Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha accusato Hezbollah libanese di "giocare con il fuoco". Il Libano è "responsabile di tutto ciò che accade lì", ha detto Netanyahu, e ha minacciato una punizione "molto dura". L'ex comandante delle forze armate israeliane e ministro della difesa Benjamin Gantz ha dichiarato: "Qualsiasi attacco a Israele provocherà una risposta forte, acuta e dolorosa".

Hezbollah ha respinto il racconto di Israele come "assolutamente falso" e ha accusato il paese di voler presentare "vittorie fittizie", così l'agenzia di stampa iraniana Tasnim martedì. "La" resistenza islamica "non è stata coinvolta in uno scontro e non ha aperto il fuoco negli eventi" si evince in una dichiarazione rilasciata dall'emittente libanese Al-Manar lunedì. Gli unici che hanno sparato sono stati i soldati israeliani.

Il bombardamento del villaggio di Habarija da parte del loro esercito avrebbe avuto risposta, così come la morte del combattente di Hezbollah Ali Kamel Mohsen, che è stato ucciso in un attacco israeliano contro la Siria una settimana fa. "I sionisti saranno puniti per i loro crimini", ha dichiarato Hezbollah.

I media israeliani hanno speculato per giorni su un possibile attacco di Hezbollah per vendicare la morte del suo combattente Mohsen. L'organizzazione avrebbe più esperienza e capacità militari attraverso la guerra in Siria e la cooperazione con l'esercito russo e siriano, secondo il portale Internet Walla News. In caso di una nuova guerra tra i due partiti, ci si potrebbe aspettare che le forze d’ elite di Hezbollah occupino la parte settentrionale della Galilea.

Il vice segretario generale di Hezbollah, Shich Kassem, ha dichiarato in un'intervista all'emittente libanese Al-Mayadeen di una imminente minaccia di guerra con Israele domenica sera che Hezbollah sarebbe in grado di rispondere a ogni attacco con capacità militari molto più moderne di quanto abbia potuto fare durante la guerra del 2006.

Nel frattempo, il primo ministro libanese Hassan Diab martedì scorso ha invitato la popolazione di Beirut a essere vigile. Israele avrebbe nuovamente attaccato il paese con una "pericolosa escalation militare", violando in tal modo la sovranità e la risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite nel 1701, ha affermato nel Consiglio di sicurezza libanese. Le tensioni lungo il confine "verso la Palestina occupata" sono alte. Ciò accade perché Israele sta cercando di cambiare le regole di ingaggio per il mandato UNIFIL nel Libano meridionale, ha affermato il Primo Ministro.

Traduzione: Leonhard Schaefer